Condizioni di vendita per consumatori

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DELLA TIPOGRAFIA GAROFOLI DI LUIGI GAROFOLI PER CONSUMATORI

Premesse – Identificazione del Fornitore.

I beni ed i servizi oggetto delle presenti Condizioni Generali sono posti in vendita da TIPOGRAFIA GAROFOLI DI LUIGI GAROFOLI, con sede in Sassoferrato (AN), Viale Decio Mure n. 14, in persona del titolare Sig. GAROFOLI LUIGI, nato a Sassoferrato (AN), in data 28.12.1958 ed ivi residente in Piazza Salvi n. 22 – C.F. GRF LGU 58T28 I461O –, iscritta presso la C.C.I.A.A. di Ancona al n. AN – 105592 del Registro delle imprese, codice fiscale e partita IVA n. 01042760429, di seguito indicata come “Fornitore”.

Articolo 1. Oggetto del contratto, Lingua.

1.1. Con l'espressione “contratto a distanza”, si intende qualsiasi contratto concluso tra il Fornitore ed il consumatore nel quadro di un regime organizzato di vendita o di prestazione di servizi a distanza senza la presenza fisica e simultanea del fornitore e del consumatore, mediante l’uso esclusivo di uno o più mezzi di comunicazione a distanza fino alla conclusione del contratto, compresa la conclusione del contratto stesso.
1.2. Con l'espressione “Cliente” o “Consumatore” si intende il consumatore persona fisica che compie l'acquisto, di cui al presente contratto, per scopi non riferibili all'attività commerciale o professionale eventualmente svolta.
1.3. Con l’espressione “fornitore” si intendono il soggetto indicato in epigrafe.
1.4. Tutte le forniture, le consegne e le offerte del fornitore si intendono effettuate dal nostro negozio on-line “Manifestiindigitale.it o MiD” (di seguito denominato anche solo “webshop”) esclusivamente sulla base delle presenti condizioni generali, ad eccezione dei cosiddetti “ordini layout”.
1.5. I contratti con i Clienti si intendono conclusi esclusivamente in lingua italiana.

Articolo 2. Conclusione del contratto.

2.1. I servizi e prodotti presentati sul nostro “webshop” rappresentano solo un invito alla trasmissione di offerte, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1336 c.c., non costituiscono quindi né offerta né proposta vincolanti. Resta nella discrezionalità del Fornitore ogni decisione in merito all’accettazione delle eventuali proposte formulate dal Cliente.
2.2. Con la compilazione di un ordine nel “webshop” (che non richiede necessariamente il preventivo login, ma l’accettazione delle presenti Condizioni Generali di Contratto), il Cliente trasmette un’offerta vincolante per l’ordine del relativo prodotto/dei relativi prodotti o servizi. Il Cliente è vincolato alla sua offerta sino al decorso del terzo giorno lavorativo successivo al giorno di trasmissione dell’offerta.
2.3. Il Fornitore trasmette al Cliente subito dopo il ricevimento dell’offerta una conferma a mezzo e-mail di ricevimento della medesima, che costituisce contestuale accettazione della stessa nel solo caso di pagamento anticipato e contestuale riserva di non accettazione mediante comunicazione da inviarsi entro 3 giorni lavorativi.
2.4. Il personale di vendita del Fornitore non è autorizzato, in rapporto agli ordini effettuati o nei formulari d’ordine compilati, a concludere accordi verbali diversi da quanto riportato nelle presenti CGC. Tutti gli accordi che vengono raggiunti tra il Fornitore e il Cliente, ai fini dell’esecuzione del contratto devono essere conclusi per iscritto (e-mail).
2.5. Tutte le pattuizioni aggiuntive, modifiche ed integrazioni del contratto sono valide solo se confermate per iscritto dal Professionista – Fornitore.
2.6. In caso di ordini che prevedano la consegna a soggetti terzi, si considera come “Cliente” ai fini del presente contratto il soggetto che effettua l’ordine. Qualora la fornitura sia effettuata a favore dei terzi, o qualora il destinatario della consegna utilizzi la merce oggetto della fornitura o ne faccia altri usi, sia il soggetto che ha effettuato l’ordine che il terzo destinatario saranno entrambi considerati “Clienti” ai fini delle presenti CGC. Con il conferimento dell’ordine, il Cliente garantisce tacitamente di essere d’accordo con quanto previsto nel presente paragrafo.
2.7. Nel caso di ordini per conto di terzi, indipendentemente se sia stato effettuato in nome proprio in nome altrui, sarà considerato come Cliente cumulativamente sia chi ha eseguito l’ordine, sia il terzo destinatario della fattura. In caso di modifica del destinatario della fattura successivamente all’emissione della stessa ciò comporta l’accettazione tacita del suo contenuto da parte del nuovo destinatario. Conferendo tale incarico il Cliente garantisce tacitamente che esiste l’accordo del destinatario della fattura

Articolo 3 – Salvataggio del testo contrattuale

3.1. Il Fornitore salva il testo del contratto ed invia al Cliente per e-mail i dati dell’ordine. Le condizioni generali di contratto possono essere consultate in ogni momento cliccando qui e comunque saranno allegate alla mail unitamente all’ordine di riepilogo dell’ordine. In una implementazione futura, nel sito di vendita il Cliente potrà prendere visione degli ordini precedenti dal suo account cliente.

Articolo 4 – Diritto di recesso.

4.1. Il diritto di recesso è escluso nel caso di contratti a distanza per la fornitura di beni non preconfezionati e non lavorati, e per la cui produzione è stata determinante una specifica scelta o personalizzazione del prodotto da parte del Consumatore, o che sono stati confezionati chiaramente su misura in base alle esigenze personali del Consumatore.
4.2. È escluso il diritto di recesso nel caso in cui il Cliente sia un soggetto non consumatore, ai sensi della vigente normativa, e che quindi abbia agito nella conclusione del contratto nell’esercizio della propria attività imprenditoriale o autonoma.
4.3 Modalità di esercizio del recesso: il Consumatore ha il diritto di esercitare il diritto di recesso in relazione al contratto concluso entro il termine di 14 giorni lavorativi, senza dover fornire alcuna motivazione. Il termine per l’esercizio del recesso è pari a 14 giorni lavorativi a decorrere dal giorno nel quale il Consumatore o un soggetto dallo stesso designato, e diverso dal vettore, acquisisce il possesso fisico dell’ultimo dei beni. Per esercitare il suo diritto di recesso, il Cliente deve informare il Fornitore della sua decisione di esercitare il recesso dal contratto facendo pervenire a Tipografia Garofoli di Garofoli Luigi, con sede in (60041) Sassoferrato (AN), Via Decio Mure n. 14, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., una dichiarazione esplicita in tal senso (ad esempio, una lettera mandata per posta, pec o una e-mail), utilizzando il seguente form cliccando (qui).
Il Cliente ha esercitato validamente il proprio diritto di recesso se la comunicazione relativa all’esercizio del diritto di recesso è inviata dal Cliente prima della scadenza del periodo di recesso.
4.4. Qualora il Cliente eserciti il diritto di recesso, il Fornitore rimborserà tutti i pagamenti effettuati, eventualmente comprensivi delle spese di consegna, senza ritardo e comunque entro 14 giorni da quando è stata ricevuta la comunicazione di recesso dal contratto. Il Fornitore eseguirà il rimborso utilizzando lo stesso mezzo di pagamento usato dal Cliente per la transazione iniziale, a meno che non sia stato espressamente convenuto diversamente dalle Parti. In nessun caso verranno posti a carico del Cliente ulteriori costi che sono conseguenza del rimborso. Il Fornitore non è tenuto a rimborsare i costi supplementari, qualora il Cliente abbia scelto espressamente un tipo di consegna diversa dal tipo meno costoso offerto da Tipografia Garofoli. Il Fornitore può trattenere il rimborso finché non abbia ricevuto i beni oppure finché il Cliente non abbia dimostrato di averli rispediti, a seconda di quale situazione si verifichi per prima. A meno che il Fornitore si sia offerto di ritirare egli stesso i beni, il Consumatore restituirà i beni o li consegnerà al Fornitore o a un terzo dallo stesso autorizzato senza ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dalla data in cui il Cliente ha comunicato la decisione di recedere dal contratto. Il termine è rispettato se il Cliente rispedisce i beni prima della scadenza dei 14 giorni, e sostiene solo il costo diretto della restituzione dei beni. Il Cliente è responsabile unicamente della diminuzione di valore dei beni risultante da una manipolazione degli stessi diversa da quella necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento dei beni.

Articolo 5 – Prezzi, pagamento.

5.1. I prezzi includono l’imballaggio, la spedizione l’IVA e gli altri oneri, ma non la spedizione a molteplici indirizzi di consegna. Le eventuali imposte doganali e altri oneri similari sono a carico del Cliente. I prezzi non includono eventuali lavorazioni aggiuntive (grafica, nobilitazioni od altri interventi/lavorazioni non presenti sul webshop), i cui costi saranno concordati direttamente con il cliente successivamente alla richiesta di quest’ultimi.
5.2. Se non è espressamente stato concordato diversamente, valgono i prezzi di Tipografia Garofoli per le consegne dalla sua sede in Sassoferrato (AN).
5.3. Il personale tecnico e il personale addetto alla vendita non sono autorizzati a ricevere il pagamento in contanti, ad eccezione di importi fino a € 2.999,99, per i quali il personale rilascia una ricevuta di pagamento in contanti. Inoltre, i pagamenti con effetto liberatorio sono solo quelli effettuati direttamente al Fornitore su un conto bancario.
5.4 Il Fornitore si riserva espressamente di non accettare assegni o cambiali. L’accettazione avverrà sempre solo a fini di pagamento. Le spese di sconti e spese per le cambiali sono a carico del Cliente e devono essere corrisposte immediatamente.

Articolo 6 – Esecuzione dell’ordine – liberatoria da parte del Cliente.

6.1. I dati devono essere forniti nei formati file e in base alle istruzioni relative ai file di stampa indicati dal Professionista. A tal fine è assolutamente necessario fare riferimento alla pagina: http://www.manifestiindigitale.it/page97/page23/index.html. Per file in formato diverso, il Fornitore non può garantire al Cliente un servizio corretto, salvo questo formato venga approvato per iscritto dal Professionista. Il Cliente risponde integralmente dell’esattezza di questi dati, anche in presenza di errori nella trasmissione o nei supporti dati, che non siano però imputabili al Professionista.
6.2. Il Fornitore non ha l’obbligo di sottoporre a verifica ogni caso fornita dal Cliente o di un terzo da questi designato, ciò valendo anche per i dati ed i supporti dati. Per le trasmissioni dei dati il Cliente deve far uso, prima di ogni invio, di programmi di protezione anti virus per computer, del più recente livello tecnico. La protezione dei dati è competenza esclusiva del Cliente. Il Fornitore è autorizzato ad effettuare delle copie dei dati.

Articolo 7 – Illegittimo rifiuto di ricevere la merce – penale.

7.1. Se il ricevimento della merce viene rifiutato senza giusto motivo, il Fornitore matura una penale a suo favore di € 100,00, salvo il maggior danno. Tale importo non è gravato da IVA. Il Cliente ha sempre la possibilità di dimostrare il minor danno. Il Fornitore ha pure la possibilità di dimostrare il maggior danno da reclamare. La merce – l’importo dovuto secondo contratto viene fatturata indipendentemente da quanto sopra indicato.

Articolo 8 – Consegna – tempo di consegna – consegna parziale.

8.1 La consegna viene effettuata, nei tempi indicati nel Webshop, prevalentemente entro il territorio italiano. In caso di spedizione fuori del territorio italiano valgono le condizioni di vendita previste dal presente contratto e regolate dalla legge italiana.
8.2. Per calcolare il giorno di invio occorre far riferimento alla ricezione della mail di inizio lavoro, ovvero la mail che viene spedita al Cliente per comunicare che i file inviati sono stati correttamente processati, lavorati, ritenuti idonei per la stampa e che quest’ultima è in inizio esecuzione. La predetta mail di inizio lavoro viene inviata massimo entro tre giorni lavorativi (da lunedì al venerdì) e comunque successivamente al pagamento integrale della merce (inclusivo di IVA), salvo che il cliente scelga di procedere con il pagamento in contrassegno. Nella modalità di pagamento anticipato vale come data di pagamento il giorno di accredito sul conto di Tipografia Garofoli. I tempi di consegna possono subire ritardi, i quali verranno tempestivamente comunicati nei termini di invio della mail di inizio lavoro, per oggettive difficoltà tecniche e/o in base al quantitativo dell’ordine effettuato.
8.3. Il Fornitore è autorizzato ad effettuare delle consegne parziali di prodotti che possano essere utilizzati separatamente, ma che sono compresi in un unico ordine: in tal caso il Fornitore sopporterà le maggiori spese di spedizione che ne deriveranno, salvo diversamente concordato con il cliente.
8.4. Il Fornitore non è responsabile per impossibilità di consegna o per ritardi nella consegna, qualora questi fossero causati da cause di forza maggiore, difficoltà tecniche o da altri eventi non prevedibili al momento della conclusione del contratto (p.e. guasti funzionali di ogni genere, difficoltà nell'approvvigionamento di materiali o energia, ritardi nei trasporti, scioperi, serrate legittime, mancanza di forza lavoro, di energia o di materie prime, difficoltà nel procurarsi le necessarie autorizzazioni delle autorità, interventi delle autorità ovvero il mancato, non conforme o non puntuale rifornimento da parte dei fornitori), non imputabili al Fornitore. Se tali eventi rendano notevolmente difficoltosa al Fornitore la fornitura o la prestazione e l'impedimento non sia solo di durata temporanea, il Fornitore ha titolo di recedere dal contratto. Per gli impedimenti di durata temporanea, i termini di fornitura e prestazione saranno prorogati o differiti per la durata dell'impedimento, più un congruo termine d'avviamento. Per quanto a seguito del ritardo non sia ipotizzabile per il Committente accettare la fornitura o la prestazione, lo stesso potrà recedere dal contratto con immediata dichiarazione scritta nei confronti del Contraente.
8.5. Se l’impedimento perdura per oltre un mese e comunque non è inferiore a 15 giorni, il Committente ha diritto, posta una congrua nuova scadenza, a recedere dal contratto per la parte di esso non ancora adempiuta. Se il termine di consegna viene prorogato ovvero se il Fornitore è liberato dalle proprie obbligazioni, il Committente non potrà avere alcun diritto di risarcimento danni. Il Fornitore potrà appellarsi alle circostanze ricordate, solo se ne informi tempestivamente il Cliente.

Articolo 9 – Modifiche successive, lavorazioni aggiuntive.

9.1. Sono posti a carico del Cliente i costi per le modifiche dell’ordine effettuate dopo l’invio dello stesso da parte del Cliente.
9.2. Le modifiche dei dati consegnati o trasmessi, o per simili lavorazioni aggiuntive, che vengono chieste dal Cliente, sono conteggiate separatamente.
9.3. Il Fornitore è autorizzato, ma non obbligato, ad effettuare autonomamente le necessarie lavorazioni, in particolare sui dati forniti o trasmessi dal Cliente senza interpellarlo, se ciò viene fatto nell’interesse economico del Cliente o è funzionale al rispetto della data di esecuzione dell’incarico. Qualora i dati del Cliente non corrispondessero alle indicazioni del Fornitore e vi fossero errori nel prodotto finale, non sussiste alcuna responsabilità in capo al Professionista. Il Cliente dichiara espressamente che questi lavori avvengono a suo rischio. È, pertanto, escluso ogni tipo di contestazione. Questi lavori vengono conteggiati in base al tempo necessario.

Articolo 10 – Revoca dell’ordine, costi.

10.1. Nel caso di revoca dell’ordine da parte del Cliente o di mancata trasmissione dei dati di stampa entro il termine contrattualmente previsto, spetta al Fornitore una commissione per la lavorazione di € 10,00 + IVA, qualora la modalità di pagamento prescelta sia la carta di credito.
10.2. La revoca dell’ordine è possibile esclusivamente prima del ricevimento della mail di inizio lavoro inviata dal fornitore. È esclusa la possibilità di revoca in uno stato di lavorazione successivo a quello sopra precisato.
10.3. Le revoche possono essere richieste solo dal Cliente direttamente ed esclusivamente attraverso messaggio mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Articolo 11 – Spedizione – Assicurazione – Luogo di adempimento

11.1. Ove non diversamente concordato in maniera espressa, il Fornitore determina secondo la propria discrezionalità la modalità di spedizione più adatta e l’impresa di trasporti.
11.2. Il rischio passa al Committente al più tardi con la consegna dell'oggetto di fornitura (dove fa fede l’avvio della procedura di carico) allo spedizioniere, trasportatore o altrimenti a terzi designati all'effettuazione della spedizione. Ciò si applica anche allorquando si effettuano forniture parziali o il Contraente abbia assunto ancora altre prestazioni. Se la spedizione o la consegna ritarda per volere del Committente o in seguito ad una  circostanza, la cui origine è da ricercarsi presso il Committente, il rischio passa al Committente con l'avviso di pronto alla spedizione. I costi di magazzino successivi al passaggio del rischio sono sostenuti dal Committente. In caso di stoccaggio da parte del Contraente, i costi di magazzino comportano una percentuale dell'importo in fattura degli oggetti di fornitura da immagazzinare, per ogni settimana trascorsa. Tipografia Garofoli si riserva il diritto di far valere, dietro dimostrazione, ulteriori e maggiori spese di stoccaggio.
11.3. Luogo di adempimento di tutte le obbligazioni che derivano dal contratto è Sassoferrato (AN).

Articolo 12 – Diritti del Cliente per vizi/garanzia.

12.1. Il Cliente è tenuto a verificare la conformità della merce in ogni caso senza ritardo. Ogni rischio di errore si traferisce sul Cliente nel momento in cui lo stesso dichiara di essere pronto per la realizzazione/per la stampa dei prodotti, a meno che non si tratti di un errore sorto nel processo di realizzazione successivo all’autorizzazione alla realizzazione/stampa o che era riconoscibile. Lo stesso vale per tutte le dichiarazioni di liberatoria rilasciate dal Cliente.
12.2. Il Cliente decade da ogni diritto per eventuali vizi non occulti della merce, qualora lo stesso non denunci il vizio al Fornitore nel termine di 14 giorni lavorativi dalla consegna della merce.
12.3. L’obbligo di ispezione della merce riguarda anche i prodotti in fase di prelavorazione e di lavorazione, inviati al Cliente per sottoporli a correzione.
12.4. Se la merce consegnata presenta dei vizi, il Cliente può chiedere al Fornitore in prima battuta solo l’eliminazione dei vizi o la consegna di merce non viziata. Se uno o entrambi di questi rimedi fossero impossibili o eccessivamente onerosi, il Fornitore ha la facoltà di rifiutarli. Il Fornitore può in ogni caso rifiutare di provvedere al rimedio richiesto dal Cliente se questi non ha adempiuto agli obblighi di pagamento in maniera tale da coprire il valore della parte di prestazione viziata.
12.5. Sono a carico del Fornitore le spese necessarie per l’attuazione del rimedio, ed in particolare le spese di trasporto, di viaggio, di lavorazione e del materiale; è escluso che siano a carico del Fornitore le spese aggiuntive che sorgono per lo spostamento della merce in un luogo diverso da quello stabilito per l’adempimento.
12.6. Se i rimedi previsti dall’art.12.4 non sono possibili o hanno arrecato notevoli inconvenienti al Cliente, o se il Fornitore abbia rifiutato il rimedio indicato, il Cliente può chiedere, a sua scelta – secondo quanto previsto dal diritto applicabile – la risoluzione del contratto o la riduzione del prezzo o il risarcimento dei danni o il risarcimento delle spese inutilmente sostenute. Sono esclusi o limitati, in conformità a quanto previsto all’articolo 14, diritti del Cliente ulteriori rispetto a quelli sopra indicati derivanti dallo stesso titolo.
12.7. Il termine di garanzia è di due anni dalla consegna del bene. Se è necessario un collaudo, il termine decorre dall’esecuzione del collaudo.
12.8. Nessuna delle clausole sopra indicate ha come scopo la modifica del regime dell’onere della prova come previsto dalla normativa vigente e dall’interpretazione data di Tribunali.

Articolo 13 – Caratteristiche specifiche della produzione – Reclami.

13.1. Non potranno essere contestate dal Cliente differenze di lieve entità rispetto all’originale che si venissero a creare in tutti i processi produttivi.
In particolare questo vale per:
– lievi differenze di colore tra due o più ordini,
– lievi differenze di colore rispetto ad un ordine precedente,
– lievi differenze di colore tra singoli fogli di stampa nell’ambito di uno stesso ordine,
– lievi tolleranze di taglio e di piega (= variazioni dal formato finale),
– lieve decentramento della verniciatura UV a zona (fino a 0,3 mm) rispetto al soggetto di stampa.
Lo stesso vale, per motivi legati alla tecnologia utilizzata, per il confronto tra modelli originali diversi, ad esempio bozze e output di stampa (anche se di realizzazione del Professionista), e il prodotto finale.
13.2. Per motivi di produzione, non è possibile tener conto della direzione di fibra della carta. Ne consegue che una lieve tendenza della carta a spaccarsi in fase di piega o cordonatura come anche differenze di compattezza ovvero di rigidità del prodotto sono fattori da preventivare ed accettare e, pertanto, non soggetti a reclamo.
13.3. La fornitura non può essere contestata dal cliente se la merce viene fornita con un margine di eccesso o difetto fino al 5%.
13.4. Nel caso in cui la natura del materiale impiegato non corrisponda a quella di cui all’ordine, il Fornitore risponde limitatamente al valore dell’ordine.

Articolo 14 – Diritto di recesso e ulteriore responsabilità del Professionista.

14.1. Il diritto legale di recesso del Cliente non può essere escluso, né limitato, a parte nei casi previsti all’articolo 12. Allo stesso modo non possono essere esclusi o limitati i diritti che spettano per legge o da contratto al Professionista.
14.2. Il Fornitore risponde in maniera illimitata solo in caso di dolo o colpa grave (anche per fatti commessi da parte dei suoi legali rappresentanti o dei suoi preposti), nonché per i danni alla persona, che derivino da una violazione colposa da parte del Professionista, o da una violazione dolosa o colposa da parte dei legali rappresentanti e dei preposti del Professionista. Il Fornitore risponde parimenti in maniera illimitata nel caso in cui abbia fornito delle garanzie specifiche e il vizio riguardi proprio uno degli elementi garantiti.
14.3. Nell’ipotesi di una diversa violazione colposa delle obbligazioni essenziali da parte del Professionista, questo risponde limitatamente ai danni contrattualmente prevedibili.
14.4. E’ esclusa ogni altra responsabilità del Fornitore – a prescindere da quale ne sia il fondamento giuridico (in particolare in caso di violazione di obbligazioni secondarie o accessorie del contratto, in caso di illeciti civili o di responsabilità ex delicto).
14.5. Lo stesso (esclusioni, limitazioni e eccezioni) vale per i diritti derivanti da responsabilità precontrattuale.
14.6. L’esclusione o la limitazione della responsabilità del Fornitore vale anche favore dei suoi preposti e legali rappresentanti.
14.7. Gli obblighi essenziali del contratto sono quelle obbligazioni che determinano la causa ed il tipo del contratto e sul rispetto delle quali ciascuna parte può fare affidamento; si tratta, cioè, dei diritti e doveri essenziali, che costituiscono i presupposti per l’adempimento contrattuale e che sono indispensabili per il raggiungimento dello scopo contrattuale.
14.8. Nessuna delle clausole sopra indicate ha come scopo la modifica del regime dell’onere della prova come previsto dalla normativa vigente e dall’interpretazione data di Tribunali.

Articolo 15 – Compensazione, restituzione del pagamento e cessione.

15.1 Il Cliente potrà procedere a compensazione tra crediti e debiti, solo quando questi siano incontestati o legalmente accertati. Il Cliente ha diritto a trattenere l’importo, anche nell’ipotesi in cui le sue pretese derivino dallo stesso rapporto contrattuale.
15.2 Non è consentita la cessione del credito del Cliente vantato nei confronti del Professionista.

Articolo 16 – Fatturazione elettronica.

16.1 Il Cliente acconsente alla trasmissione della fattura per mezzo di una delle modalità elettroniche previste dalla normativa vigente.

Articolo 17 – Riservato dominio.

17.1. Il Fornitore si riserva la proprietà della merce consegnata, fino al pagamento integrale del prezzo (IVA compresa) della merce da parte del Cliente.
17.2. Sino al pagamento integrale del prezzo ed al venir meno della riserva di proprietà, il Cliente non potrà alienare o disporre altrimenti della proprietà della merce.
17.3. In caso in cui vi fosse apprensione della merce, oggetto di riserva di proprietà da parte di terzi – in particolare dell’Ufficiale Giudiziario nell’ambito di procedimenti di esecuzione forzata – il Cliente deve fare presente dell’esistenza della riserva di proprietà e deve immediatamente avvisare il Professionista, affinché questi possa far valere i propri diritti.
17.4. In caso violazione delle obbligazioni contrattuali da parte del Cliente – in particolare nel caso di mancato o ritardato pagamento – il Fornitore avrà diritto di risolvere il contratto e di chiedere la consegna della merce oggetto di riserva di proprietà.

Articolo 18 – Mezzi di produzione intermedi.

Il Fornitore non ha obbligo di consegna dei mezzi di produzione intermedi, quali dati, liti o lastre tipografiche, che vengono utilizzati per la produzione del prodotto finito. Sono possibili pattuizioni in deroga, che devono avere la forma scritta.

Articolo 19 – Tutela dei dati e Supporto dati.

19.1. Tutti i materiali conferiti o trasmessi dal Cliente, in particolare, modelli, dati e supporto dati, saranno archiviati dal Fornitore oltre la data di consegna del prodotto finale solo a seguito di esplicito accordo e a fronte del pagamento di una commissione.
19.2. I dati su CD/DVD come anche altre documentazioni d‘ordine non potranno essere restituiti.
19.3. Ai fini del trattamento dei dati personali e alla cookie policy si rinvia all’allegato, di cui si prega di prendere visione, cliccando qui.

Articolo 20 – Diritti dei terzi, esenzione delle responsabilità.

20.1. Il Cliente garantisce che il progetto (ed in particolare dati di testo e di immagini), contenuto e materiali vari, che vengono inviati al Professionista, non violano alcun diritto d’autore, marchio, brevetto, o altri diritti di natura intellettuale di terzi, nonché ogni tipo residuale di diritti di terzi, tra cui i diritti della personalità.
20.2. Il Cliente dichiara in essere in possesso dei diritti di duplicazione e riproduzione della documentazione e dei dati consegnati.
20.3. Il Cliente terrà indenne, a prima richiesta, il Fornitore e i suoi clienti da rivendicazioni di terzi per violazioni di diritti di terzi e si obbliga a risarcire ogni danno che sarà cagionato al Professionista, tra cui anche i costi per la difesa legale e tecnica (spese legali, spese giudiziali, e spese di consulenza).

Articolo 21 – Diritto applicabile, Foro competente e forma scritta.

21.1. Per le presenti Condizioni Generali di Contratto e qualsiasi rapporto giuridico tra Fornitore e Cliente trova applicazione la legge della Repubblica Italiana.
21.2 Non trova applicazione la Convenzione delle Nazioni Unite per i contratti sulla compravendita internazionale di merci dell’11.04.1980 (CISG).
21.3. Qualora una previsione delle presenti condizioni o una previsione negli eventuali diversi accordi conclusi tra Cliente e Professionista, dovesse essere o risultare nulla, la validità di tutte le altre disposizioni o pattuizioni non ne sarà lesa.
21.4. Modifiche ed integrazioni delle presenti CGC sono ammesse solo in forma scritta. Ciò vale anche per le modifiche della forma scritta.
21.5. Foro competente: la competenza territoriale è del Giudice del luogo di residenza o di domicilio del Cliente. Ai sensi per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 c.c. si approvano espressamente le seguenti clausole: 2) conclusione del contratto; 4) diritto di recesso; 6) esecuzione dell’ordine – liberatoria da parte del cliente; 7) illegittimo rifiuto di ricevere la merce; 8) consegna – tempo di consegna – consegna parziale; 10) revoca dell’ordine; 12) diritti del cliente per vizi/garanzia; 13) caratteristiche specifiche della produzione – reclami; 14) diritto di recesso; 20) diritti dei terzi, estensione delle responsabilità; 21) diritto applicabile, Foro competente e forma scritta.

ATTENZIONE! Chiusura Natalizia

Per chiusura natalizia tutti gli ordini inviati dopo il 19/12/2018 saranno evasi a partire dal 2/01/2019.
Vi auguriamo delle buone feste,

Manifestiindigitale.it

Tipografia Garofoli

Via Decio Mure, 14
Sassoferrato (AN) 60041
Tel: 0732 95159 - 0732 619352
info@manifestiindigitale.it

Siamo presenti su

Logo AcquistinRetePA
Nel portale del MePA - Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, cerca Tipografia Garofoli e potrai accedere alle nostre vantaggiose offerte.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.